Il risultato, addebitano i documenti del tribunale, sono state molteplici violazioni della privacy dei pazienti

Il risultato, addebitano i documenti del tribunale, sono state molteplici violazioni della privacy dei pazienti

Se il coagulo esce dal cuore e entra nel cervello, può interrompere l’afflusso di sangue e provocare ictus, sebbene O’Brien abbia avvertito che questo è relativamente raro.

"Queste sono persone sane per cominciare," disse, quindi il loro rischio di problemi oltre a sensazioni insolite nel loro petto è estremamente ridotto.

Tuttavia, non è un motivo per indulgere, ha avvertito. Il suo consiglio: stai lontano dalla vodka e dalla bevanda energetica Red Bull, una combinazione nota per la sua capacità di far sentire i pazienti stressati. Il cocktail ha diversi nomi tra cui Speedball e Raging Bull.

E non è solo Natale o Capodanno quando i reparti di emergenza sono vigili per la condizione. È qualsiasi vacanza o periodo di tempo associato a feste intense, come le vacanze di primavera, "quando c’è molto alcol coinvolto," Ha detto O’Brien.

Le telecamere di sorveglianza seguono le persone che corrono lungo i marciapiedi urbani, guidano sulle autostrade e fanno acquisti nei minimarket, ma che dire delle telecamere nascoste nelle sale operatorie? Un ospedale della zona di San Diego è ora alle prese con questa domanda e le conseguenze impreviste del suo piano "catturare" la persona o le persone responsabili della scomparsa di droghe.

Nel 2012 lo Sharp Grossmont Hospital, una vasta struttura sanitaria situata a La Mesa, una comunità a est di San Diego, ha installato telecamere all’interno di monitor di computer collegati a macchine per anestesia utilizzate in tre sale operatorie presso il Women’s Health Center dell’ospedale. L’obiettivo, secondo i funzionari dell’ospedale, era quello di catturare un ladro. Il risultato, addebitano i documenti del tribunale, erogan belen sono state molteplici violazioni della privacy dei pazienti.

Un avvocato che rappresenta un medico che è stato accusato di aver preso i farmaci da un carrello per anestesia e di averli messi nel taschino della camicia sostiene che l’ospedale "scioccante" e "segreto" la sorveglianza, che si è protratta per quasi un anno a partire dal 17 luglio 2012, ha violato i diritti alla privacy di centinaia di pazienti.

"In sostanza, ogni paziente che ha subito un intervento chirurgico o ha avuto il parto con taglio cesareo o ha avuto una legatura delle tube durante quel periodo, da luglio 2012 a giugno 2013, avrebbe avuto le proprie immagini scattate ad un certo punto," ha detto Duane Admire, avvocato del medico accusato, Adam Dorin, MD. Ammire ha detto che non crede che i pazienti abbiano acconsentito a registrare i loro interventi chirurgici su video.

Il furto di farmaci destinati ai pazienti da parte degli operatori sanitari è stato un problema crescente a livello nazionale. Medici e dipendenti che rubano droghe possono nutrire le proprie dipendenze, mettendo potenzialmente in pericolo la cura del paziente. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie ne hanno fatto un obiettivo speciale.

Gli avvocati intervistati a livello nazionale hanno affermato che non è chiaro se i moduli di consenso standard che i pazienti firmano coprano la videosorveglianza come componente del monitoraggio della qualità delle cure. Tuttavia, molti hanno detto che gli ospedali dovrebbero rendere chiare tali attività, con un linguaggio speciale in consensi separati.

Consiglio medico

La polemica è in corso con il Medical Board of California, che lo scorso settembre ha presentato un’accusa contro Dorin basata in parte su una lettera del 2013 dall’ospedale al consiglio. Un’udienza sull’azione contro la licenza di Dorin è prevista per ottobre davanti a un giudice di diritto amministrativo.

Ammira i documenti forniti da Sharp inewsource / MedPage Today con il consiglio, ma che non sono disponibili sul sito web del consiglio. I documenti descrivono in dettaglio il contenuto dei video.

Secondo quei documenti, la sorveglianza ha catturato 6.966 videoclip, alcuni raffiguranti "pazienti di sesso femminile nel loro stato più vulnerabile, sotto anestesia, esposte e sottoposte a procedure mediche."

Uno dei documenti, una dichiarazione di Carlisle "Ky" C. Lewis III, vicepresidente senior e consigliere generale di Sharp HealthCare, ha detto che le telecamere "catturava le immagini ogni volta che qualcuno entrava nella stanza."

I documenti offrono i dettagli delle clip che coinvolgono Dorin.

I videoclip e la loro rappresentazione dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico sono il fulcro dell’azione legale tra l’ospedale e Dorin. Admire ha presentato un mandato di comparizione al consiglio medico per tutti i 6.966 clip, dicendo che mostreranno Dorin successivamente prendere i farmaci dalla tasca della sua camicia e usarli sui pazienti o sostituirli nei carrelli dell’anestesia.

Ammire ha detto che mostreranno anche altri anestesisti che fanno la stessa cosa per assicurarsi di avere il propofol anestetico per un paziente in caso di emergenza. Inoltre, Admire ha affermato che l’operazione di sorveglianza durata un anno ha mostrato la rimozione del suo cliente "un totale di 12 bottiglie di propofol."

Dorin "ha sempre sostenuto di togliere i farmaci dai carrelli solo per una corretta cura del paziente," Ammira detto.

Sharp si oppone al rilascio dei video clip a Dorin e al suo team legale.

"Ho spiegato la preoccupazione, che avrebbe invaso i diritti alla privacy più cruciali dei pazienti di Sharp HealthCare e SGH, spesso nel loro stato più vulnerabile, sotto anestesia ed esposti sul tavolo della sala operatoria," Lewis ha detto nella sua dichiarazione alla commissione medica. Lewis ha aggiunto che avrebbe anche rinunciato ai video "invadere i diritti alla privacy di Sharp HealthCare e di altri medici e operatori sanitari, dipendenti e altre persone di SGH."

Privacy del paziente

Non è chiaro quante immagini di pazienti siano state catturate in quei clip perché le telecamere si sono accese quando hanno rilevato un movimento nella stanza. Ammira le stime che durante i 12 mesi di sorveglianza, da 14.000 a 15.000 videoclip potrebbero aver catturato le immagini dei pazienti "avere un’aspettativa sarebbe privato."

"Questo è il nostro problema scioccante, che se hai mai una ragionevole aspettativa di privacy, è quando sei con il tuo medico ed è esposto," Ammira detto.

Ha aggiunto di essere convinto che la videosorveglianza dell’ospedale abbia violato le leggi sulla privacy.

"Viola sia la Costituzione degli Stati Uniti che la Costituzione della California, … e non c’è dubbio che se stai per violare il diritto alla privacy di qualcuno, dovresti ottenere il suo consenso."

Admire ha detto che non sta chiedendo il rilascio pubblico dei video, ma solo l’accesso a loro perché dice che dimostreranno che il suo cliente ha usato i farmaci sui pazienti o li ha riportati sui carrelli.

L’avvocato ha detto di non aver visto i moduli di consenso che i pazienti hanno firmato prima che i video fossero ripresi. "Ma sarei scioccato se gli venisse chiesto, se ricevessero il giusto consenso legale. Chi lo farebbe? Perché dovrebbero farlo?"

Il vicepresidente per le pubbliche relazioni di Sharp HealthCare, John Cihomsky, ha rifiutato di dire se ai pazienti è stato chiesto di dare il consenso alla registrazione dei loro interventi chirurgici, o di spiegare quali leggi o regolamenti hanno autorizzato l’operazione di sorveglianza con l’uso di videocamere che hanno catturato le immagini dei pazienti .

Ha fornito una dichiarazione che ha riconosciuto l’operazione di sorveglianza e ha detto, "Ogni videocamera era “attivata dal movimento” e situata in modo da limitare la sua visuale all’area davanti al carrello per anestesia," e quello "quando l’indagine fu completata, le telecamere furono rimosse."

Ha aggiunto, "Mentre le immagini dei pazienti venivano occasionalmente registrate, il focus dell’indagine era sui tempi in cui le sale operatorie non venivano utilizzate per la cura dei pazienti.

"Sharp ha conservato il video in un ambiente protetto durante la sospensione delle controversie che coinvolgono il dottor Dorin. Sharp distruggerà tutto il video quando queste questioni saranno concluse. Sharp continuerà a rifiutarsi di produrre video che contengano immagini di pazienti o informazioni sanitarie protette, così come proteggiamo le informazioni dei pazienti in tutti gli altri formati."

La grande immagine

Gli esperti di sorveglianza sulla privacy e sull’abuso di droghe in tutto il paese avevano opinioni diverse sul fatto che l’uso della videosorveglianza da parte di Sharp Grossmont per catturare qualcuno che rimuoveva farmaci fosse appropriato.

"Ho due preoccupazioni" ha detto Kimberly New, un avvocato con sede a Knoxville specializzato nella prevenzione e nell’individuazione dell’abuso e del furto di droghe nelle strutture sanitarie.

"Esistono leggi sul video voyeurismo che vietano tali riprese senza consenso," New ha detto, aggiungendo che i requisiti di Medicare per gli ospedali da rimborsare, chiamati condizioni di partecipazione, "proibire anche tali riprese senza il consenso esplicito del paziente."

"A mio parere, il linguaggio standard in un consenso per l’ammissione non soddisferebbe nessuno dei due standard," Nuovo ha detto.

Keith Berge, MD, anestesista presso la Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, che ha guidato gli sforzi per rilevare il furto di droga tra gli operatori sanitari locali e nazionali, ha detto che Sharp avrebbe dovuto fare "ogni sforzo … per mirare (la telecamera) in modo tale che l’attività possa essere monitorata mantenendo al minimo la probabilità di mostrare un paziente. Hanno reso tutto più difficile del necessario non prestando attenzione a quel dettaglio."

L’ospedale ha compromesso la privacy dei pazienti, ha detto Julianne D’Angelo Fellmeth, un avvocato specializzato in licenze mediche e disciplina e direttore amministrativo per il Center for Public Interest Law di San Diego. Ma, ha detto, sono in gioco interessi in conflitto.

"Stai cercando di perseguire la diversione di narcotici potenti e che creano dipendenza da un ospedale, che dovrebbero essere usati solo in una sala operatoria e non in qualsiasi altro posto. Non so che sia il modo migliore in cui avrebbero dovuto farlo, ma probabilmente era, per loro, un modo affidabile."

Robert Gellman, avvocato e consulente per la privacy a Washington, ha convenuto che si tratta di una situazione complicata. Ma, ha detto, ha difficoltà a capire "perché va bene che l’ospedale scatti queste fotografie e le usi contro il dottore, ma quando il dottore si volta per dire che ho bisogno di più fotografie per dimostrare che sono innocente, all’improvviso si tratta di una terribile violazione della privacy. Sembra che l’ospedale stia parlando da entrambi i lati della bocca, e questa è solo una rissa tra avvocati."

Dorin si è dimesso dall’ospedale nell’ottobre 2013 e ora fornisce servizi di anestesia sotto contratto presso il Palmdale Regional Medical Center, un ospedale privato fuori Los Angeles.

Lo scorso settembre, più di 2 anni dopo che Dorin è stato informato di essere stato visto in video mentre prendeva il propofol, il consiglio di stato ha presentato un’accusa contro di lui. Il documento lo rileva "è stato osservato dalla telecamera in più occasioni, entrando in una o più sale operatorie …